Blog: http://andreamasala.ilcannocchiale.it

MILANO E NAPOLI A CALDISSIMO

così a caldissimo e naturalmente con la gioia nel cuore direi che:


- questi risultati premiano la linea di bersani: centralità del partito e aperture verso tutti

- bisogna evitare facili entusiasmi e ancor più facili semplificazioni, i primi perché berlusconi non è ancora uscito di scena e ha sempre dimostrato di saper fare mosse abili, le seconde perché come non era vero negli ultimi 20 anni che per vincere servivano candidati moderati e centristi, non è vero ora che per vincere servono candidati "radicali" o "identitari" o peggio ancora "puri e populisti". serve saper far politica e interpretare i bisogni e gli umori della gente (anche quella con 2 g!)

- ancora una volta noi questi umori popolari fatichiamo a sentirli, infatti questi risultati ci stanno stupefacendo, direi che ancora proprio non capiamo ancora il fenomeno berlusconi, non lo capiamo quando stravince (né perché stravince) e non lo capiamo quando perde. c'è un profondo nella società a cui noi proprio non scendiamo. non parlo di giornali, politologi, sondaggisti e blogger (ne sono lontanissimi e al massimo lo travisano), parlo proprio di noi dirigenti e base della sinistra tutta. in questo senso direi che è ancora bersani a uscirne meglio di tutti, bisogna riconoscere che qualcosa ha anticipato ed è stato bravo a crederci fino in fondo.

- ora appunto niente facili entusiasmi né facili conclusioni politiche "epocali" (tipo: "in questa fase è chiaro che..." a urne ancora calde), soprattutto non facciamoci tirare dentro al giochino per cui il PD è ricattato o condizionato da di pietro o da vendola o che senza loro o i loro candidati non vinciamo. pisapia, come dicevamo in tanti, dovevamo candidarlo direttamente noi, de magistris ha vinto dopo molti anni di gestione problematica delle sinistre (che comunque, considerato il tutto, hanno tenuto), moltissimi altri sindaci di città importanti li abbiamo eletti noi e anche con molti punti di distacco dalla destra. invece mi pare vincente l'impostazione di bersani, il partito di maggioranza è centrale per ogni manovra, su piattaforme progressiste di interesse generale aperte a chi ci sta.

e ora, visto che è tutto a caldo, mi vado a rinfrescare con Nicolas Feuillatte!!!

Pubblicato il 30/5/2011 alle 18.8 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web